Osservatorio Innovazione

Innovation climate


Possiamo definire come “clima innovativo” di un’azienda il tipo ed il livello di supporto e incoraggiamento che un’organizzazione aziendale fornisce ai propri addetti al fine di prendere iniziative ed esplorare approcci innovativi. Esistono ovviamente diverse “culture organizzative” e di riflesso queste generano diversi comportamenti in termini di innovazione [1].

Per misurare il “clima innovativo” delle imprese emiliano-romagnole è stato costruito un indicatore basato sulle risposte fornite dalle imprese del campione alla domanda relativa al giudizio sulle diverse opportunità presenti in azienda per esplorare approcci innovativi ed introdurre nuove idee.

Le undici opzioni organizzative presentate dalla domanda sono state ordinate su una scala di intensità che va dal massimo del comportamento assimilabile ad una cultura di stimolo dell’innovazione, fino al minimo di una situazione di scarso stimolo e difficoltà nella generazione di idee innovative all’interno dell’azienda. L’indicatore di “innovation climate” (opzioni di massima apertura in percentuale sul totale delle opzioni possibili) attribuisce valori più alti all’organizzazione con elevata capacità di incentivare la circolazione di idee innovative[2]. Esiste un divario significativo tra comportamenti adottati dalle aziende leader, con un indicatore medio del 6% e gli altri profili di impresa in tutte le specializzazioni regionali. Le imprese culturali e creative e quelle dei servizi ad alta intensità di conoscenza mostrano, in media, una più elevata propensione ad un clima aperto e proattivo verso nuove idee.

Tra i fattori di criticità rispetto ad una cultura aziendale propizia all’innovazione è menzionata la velocità di “traduzione” sul mercato delle idee innovative. Abbiamo misurato tale capacità in termini di fatturato generato da prodotti e/o servizi introdotti negli ultimi tre anni (incidenza sul fatturato dei prodotti e/servizi introdotti negli ultimi tre anni)[3].

[1] Possono avere un diverso impatto sull’innovazione le culture improntate alla gerarchia, al mercato, ad approcci informali e task-oriented. Si rimanda ad esempio a E.C. Martins e F. Terblanche, Building organizational culture that stimulates creativity and innovation, European Journal of Innovation management, 2003; R. Alas and U Ubius, Factors predicting the innovation climate, Problems and perspectives in Management, 2009.

[2] La costruzione dell’indicatore consegna una scala da un minimo del 5% ad un massimo del 12%.

[3] Per le aziende si riscontra una certa difficoltà nel quantificare l’incidenza dei nuovi prodotti/servizi (ultimi 3 anni) sul fatturato – il 41% delle aziende (S3) non risponde.